2014-02-27 09:15:00

Si è svolto in questi giorni un incontro al MIUR sulle problematiche relative ai PAS.

Tutte le OO.SS. hanno criticato con forza l'incapacità dell'amministrazione, finora dimostrata di condurre in porto l'attivazione dei percorsi stante la situazione che vede ancora numerose classi di concorso senza offerta formativa da parte delle Università.

A ciò si aggiungono le serie difficoltà riscontrate sui livelli periferici per le modalità organizzative dei corsi avviati che compromettono fortemente le possibilità di frequenza da parte dei precari interessati.

il Dipartimento Istruzione non ha ancora un quadro completo dei corsi attivati, condizione preliminare per poter attivare un coordinamento dal centro che è mancato e che deve invece essere assunto per mettere in campo misure idonee a far partire al più presto tutti i corsi.

Queste le risposte del M IUR:

1) giovedì scorso c'è stato un incontro con esponenti della CRUI ,con il coordinatore di Scienze della Formazione Primaria Dominici e con il direttore generale del dipartimento università Livon ed è stato preso l'impegno di presenatre un progetto di fattibilità per l'avvio dei PAS di Infanzia e primaria che coinvolga facoltà che si sono dichiarate disponibili. Questo piano dovrebbe essere pronto a breve.

2) per i PAS  non ancora avviati il Miur sta valutando il ricorso ad università telematiche

Abbiamo richiesto di essere nuovamente convocati in settimana per essere informati sugli sviluppi e abbiamo richiesto un forte intervento direttamente da parte del Dipartimento per ottenere condizioni sostenibili di  frequenza per i corsi già avviati, non essendo risolutivo l'invito ai direttori di intervenire in tal senso sulle Università vista la resistenza dimostrate dalle stesse.

Abbiamo appreso che è imminente l'emanazione di una nota agli USR in cui si precisa che è possibile frazionare i permessi per il diritto allo studio per allargare il numero dei beneficiari, soluzione già prevista in diverse contrattazioni regionali, ma che incontra resistenze in taluni altri territori.

Categoria: