2019-04-29 12:30:00

Sarà celebrato nel segno di “Lavoro, diritti, stato sociale la nostra Europa" il Primo Maggio da Cgil, Cisl e Uil per la Festa dei Lavoratori.

La manifestazione nazionale si svolgerà a Bologna "a dimostrazione della volontà unitaria di creare un’Europa sociale".

Secondo i sindacati  l'’Europa, infatti, costituisce per l’Italia, una cornice di riferimento imprescindibile e soltanto una sinergia tra gli Stati può garantire la piena attuazione del 'Pilastro europeo dei diritti sociali', proclamato nel novembre del 2017 dai leaders dell'UE per affrontare i problemi che la società contemporanea ci propone.

Dal 23 al 26 maggio 2019 si terranno in tutta Europa le elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo: abbiamo bisogno della “migliore Europa”, più sociale e più democratica e che rigetti tentazioni antieuropee.

CGIL, CISL e UIL, "da sempre promotrici di un ruolo determinante della Confederazione europea dei sindacati - si legge in una nota sindacale unitaria - combattono per sostenere un modello di contrattazione europea che contrasti fenomeni antisociali ed antieconomici di dumping, fondati sull’abbassamento del costo di lavoro e sull’azzeramento delle tutele delle lavoratrici e dei lavoratori".

Anche per questi motivi, le Segreterie confederali hanno deciso di partecipare insieme ai Sindacati europei alla “Marcia per un’Europa più equa per i lavoratori” indetta a Bruxelles il 26 aprile prossimo.

In concreto, i sindacati rivendicano la necessità improrogabile che il Governo predisponga investimenti nell’Impresa 4.0, nella ricerca e nello sviluppo.

L’obiettivo è "promuovere una crescita economica sostenibile ed un incremento qualitativo e quantitativo dell’occupazione, così come previsto dalla strategia di Lisbona.

Per le iniziative previste a Sondrio si rimanda al volantino pubblicato qui sopra.

 

Categoria: